Che visto serve per lavorare negli Stati Uniti?

Home »  news »  Che visto serve per lavorare negli Stati Uniti?

Che visto serve per lavorare negli Stati Uniti?

Articolo del 6 giugno 2017, tag ,

Devi sapere che esistono diversi tipi di visti che consentono di lavorare negli Stati Uniti ma non tutti sono uguali. Ecco una breve guida per scegliere il visto più adatto alla tua nuova azienda.

I visti E2 che permettono di investire e lavorare in America sono di tre tipi:

Visto E2 Investor

Questo visto viene concesso a chi (individuo o azienda) attua un investimento negli Stati Uniti.

Visto E2 Manager
La società americana può richiedere un visto E2 Manager per poter assumere dall’Italia un manager che lavorerà sotto le sue dipendenze negli Stati Uniti.

Visto E2 Essential Employee
Se però la persona che si vuole assumere non è qualificata in quanto “manager”, allora l’azienda può richiedere il visto E2 Essential Employee. Come per il visto E2 Manager, anche il visto E2 Essential Employee obbliga il dipendente a lavorare solo ed unicamente per quella società negli Stati Uniti.

Visti di Lavoro di classe “L”
Il visto di tipo “L” è utilizzato per trasferire in America un dipendente dell’azienda italiana che andrà a lavorare negli Stati Uniti come dipendente della società americana. L’unico vincolo è rappresentato dal fatto che tale dipendente deve aver lavorato per la società per almeno un anno negli ultimi tre.

Il visto di tipo L è un visto non immigrant (che permette di recarsi negli Stati Uniti per un periodo di tempo limitato e poi rientrare in Italia o nel proprio paese di residenza) e dual intent, che permette di cambiare il proprio status da non immigrant a immigrant e quindi fare la domanda per ottenere la Green Card e trasferirsi definitivamente negli Stati Uniti.
Visto H1 per l’America

Il visto H1 permette di lavorare negli Stati Uniti, senza dover investire in America (come invece vale nel caso del visto E2). Per ottenere tale visto, bisogna armarsi di pazienza, in quanto i tempi sono estremamente lunghi. Bisogna inoltrare la richiesta entro il primo aprile ed i visti vengono assegnati entro il 30 ottobre. La procedura può essere accelerata, ovviamente tramite pagamento.

Visto di lavoro temporaneo negli Stati Uniti
Nel caso di tecnici, ingegneri o operai specializzati che devono trasferirsi temporaneamente in America per seguire lavori di montaggio o settaggio, è possibile avviare la procedura di backup letter, che permette di eseguire attività lavorative ma che dal punto di vista giuridico americano non sono considerate “lavoro”. Con la backup letter il tecnico che va in America non può essere pagato da una società americana, né in America né in Italia. Lo stipendio, infatti, deve provenire da una società non americana.

Hai altre domande? Contattaci e saremo lieti di risolvere i tuoi dubbi!